Nuovi Priori gialloblù per il Palio di Primavera

 in Notizie

È oramai poco il tempo che ci separa da uno degli appuntamenti più attesi e importanti dell’anno, Il Palio di primavera. Proprio in questa occasione porta San Benedetto rinnova la sua rappresentanza ponendo al timone dei tutti i piccoli portaioli, i Priorini Andrea Garofoli e Celine Moriconi.
Sedici anni lui, quindici anni lei, legati da una passione per Gualdo e i giochi de le porte. impegnati a rappresentare Gualdo anche in altri settori, Andrea Garofoli risulta essere uno dei migliori nuotatori a livello agonistico, mentre Celine Moriconi una promettente cestista che milita nelle file della squadra gualdese. Legati a porta San Benedetto fin dalla nascita,oseremmo dire, Andrea da qualche anno impiega tempo ed energia all’interno del gruppo “corteo storico”, con passione e dedizione sempre pronto ad aiutare, regalando con la sua giovinezza nuove idee e dimostrando che collaborare con gli adulti alle volte non è facile ma si può fare! Lei, Celine Moriconi, è invece nata a porta San Benedetto, figlia dello storico fromboliere Roberto Moriconi detto “Cello” – ora responsabile dei Giocolieri di Porta- e sorella di Samuele Moriconi, anche lui fromboliere vincitore del palio 2016; da sempre portaiola attiva.
A conclusione di questa nuova elezione, i priori Nicola Bossi e Martina Cambiotti  insieme a tutti i portaioli e al comitato vogliono porgere i migliori auguri per questa nuova ed emozionante esperienza ai neo eletti, augurando loro quanto di più bello si possa ricavare da questa nuova ed emozionante esperienza. Doveroso, da parte di tutti, ringraziare i Priorini uscenti: Edoardo Zeni e Giulia Fiore. Ringraziandoli per aver rappresentato in maniera impeccabile porta San Benedetto e i suoi giovani portaioli, conducendoli alla vittoria del palio 2017.

Va  sottolineata l’importanza e la bellezza de palio di primavera, che risulta da qualche anno essere trampolino di lancio per tutti quei giovani che desiderano avvicinarsi al mondo dei Giochi de le porte. Da qui l’inizio di un fantastico quanto difficile percorso per affermarsi prima nel palio di giugno e successivamente entrare a far parte di tutti quei gruppi che lavorano in maniera instancabile per realizzare il Palio di settembre. C’è sempre più bisogno di giovani, perché essi sono energia e bellezza allo stato puro, perché sono loro che nel futuro raccoglieranno e custodiranno quello che negli anni qualcuno prima di loro ha costruito. E’ fondamentale quindi trasmettere loro l’importanza della tradizione e l’attaccamento alla propria città, così da creare nuovi portaioli che amano Gualdo e i giochi de le porte.

Articoli Recenti

Questo sito web utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione, o cliccando sul pulsante di seguito, acconsenti al loro utilizzo in conformità alla nostra Informativa sulla Privacy e Cookie Policy. Il consenso può essere revocato in qualsiasi momento. Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi